1 dicembre 2007

ferdinando scianna


"A photograph is not created by a photographer. What they does is just to open a little window and capture it. The world then writes itself on the film. The act of the photographer is closer to reading than it is to writing. They are the readers of the world."

ferdinando scianna

(secondo me non l'ha detta in inglese... ma immagino che il sicilano è un idioma troppo poco internazionale per finire sul sito della magnum...)

8 commenti :

boccaccino ha detto...

mi commento da solo. fare un post con una foto di un altro e parole di un altro ancora è facile, lo so... non è molto da blogger serio. però andavo abbastanza di fretta... ehm... e poi condivido!

Luigi ha detto...

bloggacci'
io sono meno fatalista e quindi condivido un po' di meno... a meno che tutti i grandi fotografi mi abbiano personalmente preso per il culo scrivendo e dicendo in lungo e in largo che loro sanno sempre cosa stanno facendo con la macchina fotografica in mano. Al contrario di quelli come me che sono "padroni del mezzo" solo un 5-6% delle volte!! Insomma io le foto le faccio e poi le leggo ma loro... (e ci metto anche te, pure se sei ancora giovine)... diciamo almeno che ricopiano... cioè leggono e poi scrivono sotto dettato!!! insomma... hai capito no...cioè... sono un po' confuso... vabbe'

mattia ha detto...

io sono d'accordo con scianna ma sono anche convinto che nn tutti riescano a leggere al momento giusto.sta alla sensibilità del fotografo capire cosa è "bello".altri magari lo scarterebbero.tipo la poesia.ti ricordi quando a scuola nn so quale professoressa diceva che solo il poeta è capace di descrivere a parole sentimenti universali.(oddio oggi nn è serata, dico banalità sconfortanti.meglio che chiudo).è molto evidente che nn ho capito cosa voleva dire scianna?

boccaccino ha detto...

il fatto è con questa affermazione non si ammette che tutti possono essere fotografi e che il fotografo non fa nulla... al contrario gli è attribuita la capacità (la sola) di interpretare il mondo in maniera singolare, di leggerlo, appunto, in modo da sapere cosa catturare e in che istante farlo. non crea niente.

mattia ha detto...

giusto.bravo

annamaria ha detto...

Permettetemi...ma io ho già individuato un errore grammaticale...

boccaccino ha detto...

mi ero accorto anche io di qualcosa che non quadrava... ma l'ho presa pari pari dal sito della magnum e ho pensato che a sbagliare fossi io. ma poi, dopotutto, chi siamo noi per poter giudicare un does oppure un do, un they piuttosto che un he? facciamo finta di niente... tanto alla fine il significato è chiaro.

Pizzo ha detto...

Boccaccino, Tu mi piaci.
Perchè approfondisci!