17 febbraio 2008

ogni silenzio consiste nella rete di rumori minuti che l'avvolge

"...una nuvola di brusio tale che la comunicazione già difficile al telefono risulterebbe ancora più disturbata, soffocata, sepolta come sotto una valanga di sabbia. è per questo che ho sentito il bisogno, anzichè continuare a parlare, di trasformare le cose da dire in un cono di luce lanciato a centoquaranta all'ora, di trasformare me stesso in questo cono di luce che si muove sull'autostrada, perchè è certo che un segnale così può essere ricevuto e compreso da lei senza perdersi nel disordine equivoco delle vibrazioni secondarie..."

gli amori difficili
italo calvino

2 commenti :

Agamagra Blackray ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Antonio ha detto...

La follia è a discrezione della maggioranza.
Anonimo