20 settembre 2007

san gennaro. no limits.

il miracolo del sangue di san gennaro non è affatto un miracolo, tanto che non è riconosciuto come tale nemmeno dalla chiesa cattolica. si tratta più che altro di una tradizione, una festa sentitissima, un importante rito popolare. la scienza ha dimostrato che lo scioglimento del sangue è dovuto ad una proprietà dello stesso chiamata tissotropia, la quale lo fa diventare più fluido se sottoposto ad una sollecitazione meccanica (si tratta quindi di un fenomeno perfettamente riproducibile in qualunque momento). tutto ciò confuterebbe anche le diverse affermazioni che vedono nella liquefazione della reliquia un segno di buon auspicio, contrapposto ad una tremenda sciagura se il sangue non dovesse sciogliersi. insomma l'unica cosa vera di tutto il rito del 19 settembre è che i napoletani impazziscono.
arrivo al duomo poco dopo le 7 e già c'è fila. dopo non molto aprono le porte e la gente inizia ad entrare. faccio due giri, vedo le mie cose, mi infilo nei posti dove non posso e mi cacciano a pedate, cerco di capire come muovermi durante la celebrazione e mi ritrovo nella cappella del santo a far foto ad una serie di signore poi ribattezzate "ultras san gennaro". in effetti si trattava proprio di fedelissime che non hanno fatto altro che produrre litanie per più di un'ora. e devo dire che il capo ultrà dimostrava anche una certa fantasia... dopo una mezzoretta c'era da impazzire. stavo quasi per urlarle addosso: "san gennaro non esiste!" che si fermano. il capo ultrà bisbiglia che aveva finito la voce e incoraggia una certa signora caterina a continuare. questa non se lo lascia ripetere un attimo e rosari, preghiere, suppliche e cori continuano. evidentemente qualcuno lassù esiste perchè effettivamente le mie suppliche vengono ascoltate ed il vescovo esce dalla tana. sono riuscito a vederlo mentre prendeva l'ampolla e si avviava verso la navata centrale del duomo per raggiungere l'altare.
poi basta. solo tanto rumore e urla e tanto fumo e la gente che scappa e ad un certo punto gli spari. c'è molto fumo. i caccia lanciano il napalm ma serve a poco. ho poche munizioni ma spero mi bastino a rimanere vivo. non vedo più peppe, la mia guida, forse lo hanno catturato. dannazione! chi lo dirà alla famiglia? la mia vita mi scorre davanti in un attimo, ma devo rimanere concentrato se voglio uscirne. ci sono cadaveri ovunque e le urla sono sempre più forti. un megafono urla: "magno gaudio" o qualcosa del genere. da quel momento ricordo poco. so solo che le urla diventano un muro, la pressione tra i corpi è insostenibile e si è fatto buio.

forse ho esagerato... ma è stata comunque una mattinata molto pittoresca. dopo un bombolone fritto al cioccolato sono tornato al campo base a forcella, dove i bambini in strada giocano a GTA naples (ma non il videogioco, la vita) e dove la colonna sonora è perpetua: rosario miraggio.

5 commenti :

mattia ha detto...

e mi avete bidonato

Concettina ha detto...

rosario miraggio ahahahahahahahahh l ho sentito una volta...ah....che belli i tempi di gianni celeste :P
MA robbè il miracolo non era a gennaio?

boccaccino ha detto...

il miracolo dovrebbe essere tre volte all'anno: 19 settembre, san gennaro, poi mi sembra il primo sabato di maggio e pure un'altra volta che non mi ricordo. forse a gennaio...

Alessia ha detto...

Poi dipende, se gioca l'Italia San Gennaro cambia data di liquefazione...

miriam ha detto...

nooo, solo se gioca (o passa di lì) maradona!